sabato 26 gennaio 2013

Buon week end a tutti...con una favola blu

Illustrazione: Mariarita Brunazzi
Una volta il semaforo che sta a Milano, in piazza del Duomo fece una stranezza. Tutte le sue luci, ad un tratto, si tinsero di blu, e la gente non sapeva più come regolarsi. “Attraversiamo o non attraversiamo? Stiamo o non stiamo?” Da tutti i suoi occhi, in tutte le direzioni, il semaforo diffondeva l’insolito segnale blu, di un blu che così blu il cielo di Milano non era stato mai. In attesa di capirci qualcosa gli automobilisti strepitavano e strombettavano, i motociclisti facevano ruggire lo scappamento e i pedoni più grassi gridavano: “Lei non sa chi sono io!” Gli spiritosi lanciavano frizzi: “Il verde se lo sarà mangiato il commendatore, per farci una villetta in campagna. Il rosso lo hanno adoperato per tingere i pesci ai Giardini. Col giallo sapete che ci fanno? Allungano l’olio d’oliva.” Finalmente arrivò un vigile e si mise in mezzo all’incrocio a districare il traffico. Un altro vigile cercò la cassetta dei comandi per riparare il guasto, e tolse la corrente. Prima di spegnersi il semaforo blu fece in tempo a pensare: “Poveretti! Io avevo dato il segnale di - via libera - per il cielo. Se mi avessero capito, ora tutti saprebbero volare. Ma forse gli è mancato il coraggio.

Il semaforo blu
Gianni Rodari

8 commenti:

  1. Maurizio Marchesini26 gennaio 2013 02:46

    se è blu il semaforo è blù anche il traffico;quindi .la gente si amalgama
    come l'acqua,senza farsi male!!!!!

    RispondiElimina
  2. ALDOOREFICEBLOG26 gennaio 2013 03:28

    BUon week end anche a te ! Bella favola!

    RispondiElimina
  3. Oh hey thats so cool
    Sweet dreams baby
    torno presto a trovarti

    RispondiElimina
  4. Salvatore Scarfone26 gennaio 2013 07:05

    il racconto è signiticativo la mancanza di aria pura ,fa sì che il cielo sulla città non è mai blu per come deve essere.Il semaforo con le luci blu rappresenta il nostro bisogno di un'ambiente sano e puro, per chi vuole intendere intenda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Salvatore, è una favola poetica e un pò surreale, ma con un messaggio forte e più che mai attuale...come tutte le meravigliose storie di Gianni Rodari.

      Elimina
  5. MOLTO DOLCE IL TUO BLOG
    PIENO DI SENTIMENTO

    RispondiElimina
  6. Bellissimo racconto.
    Se poi viene accompagnato con la musica e' PERFETTO.
    IL QUINTETTO DI FIATI "Gianni Rodari"di Roma l'ha eseguito in diversi teatri,
    e-mail;oboe@quipo.it

    RispondiElimina

Benvenuto o benvenuta. Ti ringrazio di avermi letto e se vorrai lasciare il tuo commento mi farà piacere....positivo o negativo che sia.