giovedì 17 gennaio 2013

NON SI POSSONO DOMARE I SOGNATORI







Sono nata per scrivere parole, disegnare sogni su fogli di carta, fotografare volti sconosciuti in paesi persi nel nulla, sono nata per ballare quando il mio cuore piange, per andare oltre questa provincia verso strade nuove, per camminare nel mondo e vedere tutto ciò che c'è da vedere, sono nata per amare, scoprire, conoscere, sono nata per non avere pace. Sono nata per sognare sogni inafferrabili.

Forse una vita è  poco, per questo ne ho inventate due e ancora non bastano. Non sono nata per attraversare la vita in punta di piedi, non per essere l'ombra di qualcuno, non per subire passivamente senza reagire. Sono nata per lasciare un segno, per essere ribelle, per cambiare ciò che non vuole essere cambiato, per inventarmi ogni giorno un sogno sempre nuovo da inseguire.  Vedo le mie amiche annoiate ma felici con figli, marito,  amante, giorni tutti uguali, sere davanti alla tv e domeniche passate  all'Ikea, e le invidio, mi chiedo perché non posso essere cosi anche io? Ma so che non  posso.

No. Non potrei mai svegliarmi la mattina sapendo che oggi sarà uguale a ieri.  Significherebbe che una parte di me è morta e io voglio vivere. A costo di farmi male, voglio vivere! La vita è come l'oceano, puoi fermarti sulla  tua isola e rimanere a guardarlo chiedendoti cosa c'è oltre l'orizzonte o puoi esplorarlo stando attenta agli squali. Squali ne ho incontrato tanti ma sono ancora qui. Alla fine sopravvivo sempre. Non è così facile sbranarmi: fragile, emotiva, impulsiva, spesso infantile ma poi tenace, volitiva, testarda, terra del Carso, sangue di gente dura.  Sono abituata ad andare in salita a prendere ciò che voglio, ad arrampicarmi con le mani nude fino a ferirmi, la mia vita è sempre stata  in salita, senza scorciatoie. Sono abituata alle asperità e alla sofferenza, non mi spaventa soffrire perché ho dentro libri, poesie, persone, filosofie, religioni e viaggi, immagini, volti e luoghi ma soprattutto ho dentro amore, tanto amore.

Non mi arrenderò mai: io so ciò che sono. Ho costruito il mio modo di essere e pensare tra mille sferzate di bora, mille difficoltà affrontando momenti di sole troppo caldo, di pioggia troppo forte, di tormente di neve e raffiche di vento. Il dolore mi fa sentire viva… devo combattere per sentire che esisto…devo farmi male, toccare il fondo per risalire e rinascere…ogni volta  più forte….ogni volta più libera!

Sono nata per qualcosa di più, sono molto di più di quel che vedi, non  solo un'immagine, non solo un corpo, ma parole, pensieri, anima, sogni, alberi e mare, sono terra e vento, sono passione e fuoco, sono libertà e viaggio, un viaggio senza fine.  Questo viaggio è appena cominciato, non so dove mi porterà, forse lontano da te, forse più vicino, ma ovunque andrò so che sarò sola, perché nelle profondità dell'anima nessuno può raggiungermi. Non si può domare un sognatore, non si può domare ciò che non vuol essere domato.    


La bambina col cappotto azzurro- cielo@copyright

non si possono domare i sognatori

Non importa quanto sia stretta la porta,
quanto piena di castighi la vita.
Io sono la padrona del mio destino:
io sono il capitano della mia anima.
P.Coelho- Aleph 



13 commenti:

  1. Non ci restano che i sogni, anche ora che, dicono, siamo diventati più poveri, almeno quelli nessuno ce li porta via.

    RispondiElimina
  2. vedi è tutto cio che hai detto di essere che io adoro di te,tu non sei una persona comune,non sei una persoan che si accontenta,perche tu sai cosa sei e sai cosa vuoi, e soprattutto sai che nessuno verrà a darti quello che desideri ,ma devi andartelo a prendere e tu ci vai senza remore, senza risparmi, una vita non basterà mai come non ne bastano 2 per avere la giusta visione di quell’animo che nessuno ha raggiunto,forse nessuno mai riuscirà a raggiungerlo totalmente perche animi cosi belli e cosi profondi sono destinati ad essere ammirati come le stelle cosi lontane, da sembrare cosi piccolema in realtà cosi immense che nessun occhio potrebbe scrutarle completamente in uno sguardo,per questo sono stelle, per questo sono cosi lontane,perchè restino un sogno, un desiderio di qualcosa che da vicino sarebbe troppo grande da poter essere spiato troppo immense per poter essere apprezzate in tutta la loro bellezza…..

    RispondiElimina
  3. Fai parlare la tua anima, la tua vera essenza di te, nn pensare, scrivi, continua a scrivere, e vedrai che troverai la tua vera essenza, ciò che avevi pensato di aver perso, parla con la tua anima!

    RispondiElimina
  4. hai proprio ragione non si può domare un sognatore
    come non si può imbrigliare il vento
    ne recintare il mare.
    Vivi libera bambina, continua così che la libertà è il sogno più grande!

    RispondiElimina
  5. che meraviglia!
    La vita è come l'oceano, puoi fermarti sulla tua isola e rimanere a guardarlo chiedendoti cosa c'è oltre l'orizzonte o puoi esplorarlo stando attenta agli squali.
    Bisogna andare sempre verso l'orizzonte!

    RispondiElimina
  6. ho avuto già occasione di scrivertelo scrivi in modo molto coinvolgente. è piacevole leggerti









    RispondiElimina
  7. Leggo, comprendo ma penso se davvero è così o se in parte è accettazione di ciò che comunque ci tocca, ineluttabilmente ci tocca senza possibilità di scelta.
    Essere caparbi e decisi è indubbiamente tanta roba ma vivendo si deve anche imparare a vivere facendo anche magari a pugni ogni tanto con se stessi.

    RispondiElimina
  8. Hai ragione anonimo... la maggior parte delle volte dobbiamo accettare e possibilità di scelta non ne abbiamo ma altre volte, più raramente, una minima possibilità c'è e bisogna giocarsela tutta...

    RispondiElimina
  9. hai ragione ovunque andiamo siamo soli nessuno può comprenderci veramente

    RispondiElimina
  10. Maurizio Marchesini24 gennaio 2013 21:09

    bellissimo questo"confessare a se stesso"però bisognerebbe far tesoro degli errori fatti per cercare di evitarli in futuro(stò parlando anche a me stesso)

    RispondiElimina
  11. Quello che hai scritto lo condivido, non so se saprei viverlo.... mi piace il tuo modo di scrivere grazie per quello che ci regali.....

    RispondiElimina

Benvenuto o benvenuta. Ti ringrazio di avermi letto e se vorrai lasciare il tuo commento mi farà piacere....positivo o negativo che sia.