giovedì 27 dicembre 2012

IO SCRIVO....

Ho un buon rapporto con le persone ma non con me stessa. Mi so fare male in molti modi: mi ferisco di continuo, mi giudico con durezza, mi svaluto ed ogni volta che lo faccio mi guardo allo specchio e mi offendo per ciò che mi sono fatta. Il dolore mi ha allontanato da tutti, e ho imparato a stare da sola. Ho imparato a parlarmi, ascoltarmi, capirmi e contraddirmi. Ho imparato a stare bene con me, a non dipendere dalla benevolenza altrui.  Adesso più che mai, sono lontana da tutto e da tutti. Ma quando ciò che ho lasciato fa capolino per pochi secondi in questo mio angolo di quiete, è un tumulto, un sussulto, un terremoto, un calcio nello stomaco. Così scrivo per sentirmi meglio, mi copro di parole, e mi proteggo con la forza della sintassi. Tutt’intorno alzo un muro di punti e virgole.Le parole sono la mia cura contro tutti i mali, la mia terapia contro il dolore, il mio salvagente nel mare in tempesta. Le parole sono le mie  migliori amiche, i miei amanti, i miei amori, le uniche che non mentono e non mi tradiscono mai.
C’è della magia che le circonda e che le fa rinascere in ogni frase, come  se fossero dotate di una vita propria e indipendente da me. Io sono solo il tramite, il mezzo, non la sorgente ne l’arrivo, ma il letto del  fiume dove scorre l’inchiostro verso mari infiniti e sconosciuti...
Scrivo fiabe, scrivo racconti, scrivo poesie, scrivo canzoni, scrivo  parole su foglietti colorati che lascio dappertutto. Scrivo di me, scrivo di quel che vedo,  scrivo i sogni, scrivo le paure, scrivo l’amore che cerco, che vivo, che perdo.  Scrivo perchè sono felice, sono incazzata, sono disperata, sono stanca,  sono euforica. Scrivo parole come lacrime, parole come pugnali che uccidono, parole come carezze per fare l’amore con qualcuno che non c’è.
Scrivere è come sognare, è come ascoltare il mio inconscio e scoprire di  me cose che non sapevo. Scrivo per rileggermi e sorridere di me stessa. Scrivo nella stupida convinzione che i miei scritti possano sopravvivermi. Scrivo e descrivo le eliche del mio DNA con la speranza che possano girare all’infinito. Scrivo per non morire.
Scrivo per disporre della vita e della morte dei personaggi delle mie storie. Scrivo per vivere in loro le mille vite che ho dentro. Scrivo per scappare via da qui senza voltarmi indietro. Scrivo perché mi hanno rubato così tante cose, che l’unico modo per non arrendersi e urlare è scriverne altre.
Scrivo perché ho non ho paura di  mettermi a nudo e anche quando arrivano gli schiaffi non smetto di  scrivere.
Scrivo perché è faticoso, se mi venisse bene "per caso" non lo farei, amo  la fatica e l’incertezza di mettersi davanti allo schermo bianco  e cominciare a  far scorrere le dita sulla tastiera senza sapere cosa uscirà. Scrivo perché dentro di me, c’è un troppo di tutto che non riesco a contenere.  Scrivo perché mi fa stare bene. E scrivo perchè tu possa leggermi....Non fermarti alle prime pagine....vai oltre le parole, fin dentro di me...leggi con la tua anima e troverai la mia....

 La bambina col cappotto azzurro-cielo

La bambina col cappotto azzurro- cielo@copyright

20 commenti:

  1. scrivere per persone cone te e come me è un bisogno ,una necessità, un esigenza, cosi quanto respirare,mangiare o qualsiasi altra azione di cui non si può fare a meno,ci cibiamo di emozioni, illusioni,delusioni gioie e dolori e l’unico modo per digerirle è scriverle,fissarle su un foglio di carta su un sms ,su una pagina web,rendere un istante eterno,perchè la vita passa la parola resta.Ma questo te lo dissi tanto tempo fa a modo mio…ricordi?

    RispondiElimina
  2. Ho perso la donna e la sola cosa che mi confortava era scrivere in spiaggia e dare i fogli al mare, me la faceva sentire vicina
    Baby scrivere è la cosa piu’ vera del mondo...
    Perche’ hai tempo di riflettere prima di rischiar di sparar cazzate senza senso..
    E cmq Baby.. di gente vera non esiste..non e’ mai esistita.. Il tuo sguardo nello specchio sara’ l’unico giudice..
    Un bacio Baby tornerò a trovarti
    -Johnny-

    RispondiElimina
  3. certe volte, sapere che qualcuno condivide alcune cose di te, in qualche modo ti fa stare meno male. Per questo ti ringrazio.

    RispondiElimina
  4. Fuori_di_cervello28 dicembre 2012 10:03

    Scrivere , scrivere…scrivere un verbo che usiamo e in molto modi diversi…scriviamo lettere d’amore , per un addio , scriviamo per farci sentire in questo mondo dove il parlare è diventata una cosa futile…e perciò scriviamo….certe volte ci facilita anche le cose…dover scrivere una lettera d’amore risulta sicuramente + facile che dirlo a voce anche se dirlo a voce sarebbe bello….scriviamo sui muri per lasciare piccoli messaggi,per far girare una nostra sensazione….

    RispondiElimina
  5. ….bhè devo dire ke leggere tutto qsto altro ke brividi…..qllo ke mi fa più male è sapere ke ti fai del male!!! sai penso ke nn è qsto il modo x toglierti le tue sofferenze…. so anke ke qsto ke ti scrivendo ti servirà a poco ma sappi ke se vorrai una persona ke ti ascolta io ci posso essere!

    RispondiElimina
  6. “…Perché scrivo? Per paura. Per paura che si perda il ricordo della vita delle persone di cui scrivo. Per paura che si perda il ricordo di me. O anche solo per essere protetto da una storia, per scivolare in una storia e non essere più riconoscibile, controllabile, ricattabile”.
    Fabrizio De Andrè

    RispondiElimina
  7. quanto dolore nelle tue parole eppure alla fine di quel dolore posso scorgere una luce tu la vedi?

    RispondiElimina
  8. ultimo_raggio_di_luna12 gennaio 2013 00:49

    che meraviglioso dono che hai!

    RispondiElimina
  9. SCRIVI BENISSIMO!

    RispondiElimina
  10. Antaniserse: è vero c'è luce...
    Grazie a tutti :-)

    RispondiElimina
  11. Salvatore Scarfone24 gennaio 2013 12:24

    sei una persona molto intelligente perchè ti metti in discussione ,io non sono intelligente ma faccio lo stesso senza esagerare

    RispondiElimina
  12. Angelo Previtali26 gennaio 2013 06:52

    Credo che sia importante esercitarsi ad aumentare la nostra autostima, che ci permette di essere più forti in tutte le situazioni.

    RispondiElimina
  13. Scrivo per bisogno interiore, principalmente. Per cristallizzare i pensieri passati: negativi e positivi.

    RispondiElimina
  14. Perché per quanto sia estremamente brava con le parole mi rendo, obiettivamente, conto che riesco a parlare davvero con il cuore solo quando lascio scivolare i pensieri lungo le braccia...fino alle dita delle mani...
    Scrivere, per me, è la più alta espressione del mio mondo interiore...e per voi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io per professione..........

      Elimina
  15. Io scrivo perchè se non lo facessi mi sentirei come morta.
    Scrivo sul mio blog, scrivo lettere, email, racconti, poesie...scrivo pensieri.
    Lo faccio perchè è la cosa che mi riesce meglio fin da quando ero piccina.
    Io mi esprimo senza filtri e sono me stessa solo scrivendo.

    RispondiElimina
  16. Per sfogo, e per trasmettere pensieri e personaggi ad altre menti :-))

    RispondiElimina
  17. Francesca DI Monza24 settembre 2013 22:48

    si scrive anche per ritrovarsi, per ristabilire un contatto con la parte più profonda e nascosta del nostro essere.

    RispondiElimina
  18. io scrivo per me

    RispondiElimina
  19. La stanza di Olivia25 settembre 2013 07:07

    Per lei... http://olivias-room.blogspot.it/2013/05/alla-ricerca-del-se-perduto.htm

    RispondiElimina

Benvenuto o benvenuta. Ti ringrazio di avermi letto e se vorrai lasciare il tuo commento mi farà piacere....positivo o negativo che sia.